Quando l’ottimismo piace…

Bisogna ammetterlo, essere ottimisti aiuta. Non solo aiuta, ma anche piace, diffonde buon umore, stimola energia e voglia di fare.

Andate a sentirvi una delle tante interviste ad Oscar Farinetti, l’imprenditore italiano  tra i più conosciuti all’estero, che ha fatto dell’OTTIMISMO il suo biglietto da visita.

Se effettivamente non fosse chi è e quello che è stato capace di fare, sarebbe legittimo arricciare il naso e pensare “è facile spararle così grosse quando non si hanno problemi e gli affari ci corrono bene, e tutto ci gira per la parte giusta…”

Il fatto è che l’uomo Farinetti  non solo è uno che è andato sempre centuplicando i suoi affari, dalla fondazione della Eataly World  alla partecipazione con la F.I.C.O.  , ma è uno che ha avuto il coraggio di lasciare una strada già certa (quando lavorava con il padre nel campo della grande catena di distribuzione UNIEURO),  per un’avventura del tutto incerta e rischiosa, uno che ha osato, che ha voluto dare corpo ai suoi sogni, uno infine  di quelli che potremmo dire si è fatto da sè (anche se poi il potere è stato a volte pronto a servirlo…), prima lasciando gli studi universitari per andare a mettere subito LE MANI IN PASTA,  come si potrebbe dire bene in questo caso,  e quindi  diventando un possibile  esempio per molti, per tanti che gli studi universitari se li potrebbero solo sognare…

Si concede un meraviglioso viaggio in BARCA A VELA  da Genova a New York  con Giovanni Soldini, ed anche in questo caso ci verrà  a raccontare il senso  del  viaggio, del mistero della vita, della bellezza del mondo, diventando per ultimo una specie di poeta e direi di profeta della speranza. Esce il libro Sette mosse per l’Italia, dove i quindici vari  compagni di avventura, più uno staff cospicuo di chef  e  più i due capitani, illustreranno attraverso le parole abili degli scrittori,   una meravigliosa mescolanza tra amore per il mare, amore per la cucina, amore per l’amicizia e amore per il mondo in senso lato.

Traduce il suo pensiero positivo in libri, elogiando il CORAGGIO di tanti piccoli e medi imprenditori che ci mettono tutto per dare CORPO E FUTURO alle loro AZIENDE che alla fine hanno fatto  grande l’Italia. Escono i libri Lezioni di cittadinanza, Storie di coraggio e Migliorare si può….

In una delle sue ultimissime    interviste dove eloquiava alla grande, così come sa  fare solo lui,  quando  si fa fatica a stare dietro ai suoi numeri, quando si mette a parlare dell’Italia e praticamente la descrive come una specie di PARADISO TERRESTRE IN CARNE ED OSSA, anzi, in MARI, MONTAGNE, PIANURE  E COLLINE, con una cerchia  vastissima di BIODIVERSITA’, con un microclima di quelli che ci permette d’avere non so quanti tipi di olive, di vini, di varietà di mele, di varietà di formaggi, di varietà di cibo, di varietà di talenti locali…., ebbene, io mi accorgo di vivere in un PAESE veramente SPECIALE, e non è davvero possibile che noi non saremo in grado di superare gli ostacoli che anche per la prossima finanziaria ci attenderanno.

Sì,  mi sento piena di PENSIERO FIDUCIOSO, e dico a me stessa “Ma noi siamo dei grandi, nonostante tutto ce la faremo, la spunteremo anche questa volta, con la volontà di tutti, con il sapere fare bene di tanti, e con l’onestà che spesso appartiene solo ai giovani che ancora non si sono andati a compromettere con il potere. Certo, l’onestà non basta, ci vuole anche l’esperienza, la saggezza, il senso dell’equilibrio, e capacità direttive che non si possono improvvisare….

Farinetti, nel suo caso specifico, ci dice “Occorre che  le scuole abbiano ad insegnare tre cose: il saper fare, il saper far fare  e il fare sapere.”

Come insegnante la cosa mi interessa parecchio.

Dunque, il saper fare lo stiamo ampiamente praticando; il saper far fare direi che è una competenza che si può praticare assolutamente e necessariamente  dalle  scuole superiori, dove è senza dubbio auspicabile;  il fare sapere è quell’altro anello di questa collana che apre il cerchio della conoscenza  anche al mondo esterno la scuola,  e la scuola si farebbe a mio avviso INTERESSANTISSIMA, con questo…

VIVA LA SCUOLA CHE NON SI FERMA MAI E CHE NON PERDE SE STESSA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...