Lezione di storia e di arte

L’ora prevederebbe musica, ma di musica so poco, purtroppo, e così mi sposto su STORIA, che invece è il mio pane quotidiano.

Si parte dal libro di testo, che comincia a spiegare la differenza tra storia intesa come passato recente, o storia intesa come passato lontano.

Quindi si parla di storia come RACCONTI che i nonni tramandano ai nipoti, oppure come FOTOGRAFIE che raccontano del passato, oppure come FOSSILI, o come  REPERTI, o come STUDI GEOLOGICI, o come STUDI ANTROPOLOGICI, fino a riparlare della LINEA DEL TEMPO.

Sul muro c’è quella che parte dal 2010, l’anno in cui i bambini di questa classe sono nati, e che poi procede di numero in numero  fino al tempo  in corso.

Ad un certo punto parlando dell’uomo si parla anche di EVOLUZIONE, e allora c’è sempre il bambino che interviene  e che dice “L’uomo viene dalla scimmia…”

E’ vero, l’uomo si è evoluto e prima di diventare  un  OMINIDE apparteneva al genere animale. Pur continuando a rimanere un animale speciale.

A questo punto io mi diverto sempre a fare ragionare i bambini su una palese e famosa CONTRADDIZIONE DEL SAPERE, che è destinata a rimanere tale fino alla fine del tempo.

Chiedo ai bambini “Ma allora, ha ragione la scienza che l’uomo viene dalla scimmia, o ha ragione la religione che dice che l’uomo viene d Dio?”

Sono tutti attentissimi, li sto conquistando tutti, perchè non si aspettavano questo genere di domande, e questo genere di lezione…

I più audaci alzano la mano per tentare risposte: uno dice “Dio ha fatto prima la scimmia che poi si è evoluta ed è  diventata uomo”

Risposta impeccabile, che mette in salvo le due teorie senza lasciarle l’una contro l’altra.

Sono troppo piccoli per portare il discorso sul concetto di FEDE, però li vedo perplessi, è fuori di dubbio che Dio è Dio e che se viene studiato in religione una parte di ragione deve averla anche lui….

Una bambina chiede: “Ma Dio quando nasce?”

Rilancio la domanda alla classe ed esplodo in una domanda “Ma dio nasce???” e loro rispondono NOOOO; continuo  in una serie di espressioni del tipo “Bambini, Dio è Dio e non nasce mai. Lui è DA SEMPRE, Lui è OVUNQUE, ONNISCENTE, IMMORTALE, ecc.ecc.ecc.”

Interviene una bambina cinese che dice “Io non credo in Gesù”

Capisco dove vuole arrivare, i compagni mi spiegano “Lei è cinese”, e siccome l’avevo vista anch’io che lei non era della nostra religione, le chiedo “Di che religione sei?”

Lei mi risponde “Non lo so, lo sa il mio papà”.  Certo, le rispondo sorridendo, ognuno nel mondo ha le sue religioni, e in Cina ci può essere il buddhismo, o il confucianesimo, o il taoismo, o molto più semplicemente l’ateismo….Ma anche loro hanno una loro idea di Dio, o di Bene, come noi abbiamo la nostra.

Non c’è un bambino che non abbia ascoltato tutto con grande interesse, anche i più turbolenti o incasinati;  in un batti baleno si è  creato  tra noi un clima di fiducia e di allegria, di persone che hanno voglia di stare insieme a conoscersi.

Quando arriva la collega mi presenta gli alunni come una classe PROBLEMATICA. Strano, per quell’oretta passata insieme non l’avrei detto, mi sembrava d’avere potuto interagire con diversi alunni decisamente curiosi e capaci di proprio…

NO, le classi problematiche sono ben altre, io le ho avute qualcuna, e non sono paragonabili.

Si passa a fare l’ora di arte, che prevedeva la coloritura di due figure uguali ma con colori assolutamente diversi; i primi freddi ed i secondi caldi, i primi con il blu/viola dominante e i secondi con il giallo/rosso  dominante. I primi che facevano pensare alla primavera, i secondi che facevano pensare all’autunno….

Un bambino subito dice “Ma le due figure non sono uguali…”

Rilancio alla   classe “Quello che ha detto Mattia è giusto?”

“No, maestra le figure sono uguali…” e in effetti lo SCOPO DELLA LEZIONE era proprio quello di fare riflettere sul fatto che LA STESSA FIGURA MA COLORATA DIVERSAMENTE ispira sensazioni diverse, impressioni diverse, emozioni differenti…

E quindi in parte Mattia non sbagliava…

Che bello fare STORIA  ed  ARTE   con i bambini!!!!

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...