Se ricordo capisco, se capisco applico, se applico analizzo, se analizzo  valuto , e se mi metto a valutare    allora creo.

Creare è la punta dell’apprendimento da dove io controllo quello che ho fatto, quello che non ho ancora fatto, quello che vive nella mia testa  prima di diventare creatura fuori di me.

Un pensiero su “La tassonomia degli obiettivi

  1. Pingback: La tassonomia degli obiettivi — LABADEC | Il Blog di Tino Soudaz 2.0 ( un pochino)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...